FIORITURA DEI SAKURA A ROMA

Ogni anno in primavera, nella ricorrenza chiamata hanami (letteralmente significa “guardare i fiori” ma il termine viene utilizzato escusivamente in riferimento al fiore di ciliegio), i giapponesi festeggiano la     bellezza effimera del sakura, uno dei simboli del Giappone, così fortemente presente nella cultura del Paese del Sol Levante. Proprio in questi giorni  al Parco Lago dell’EUR […]

Ogni anno in primavera, nella ricorrenza chiamata hanami (letteralmente significa “guardare i fiori” ma il termine viene utilizzato escusivamente in riferimento al fiore di ciliegio), i giapponesi festeggiano la     bellezza effimera del sakura, uno dei simboli del Giappone, così fortemente presente nella cultura del Paese del Sol Levante.

Proprio in questi giorni  al Parco Lago dell’EUR di Roma inizia la fioritura dei Sakura (Ciliegi giapponesi), che furono donati dalla città di Tokyo.  Sulla pagina ufficiale Facebook “HANAMI – Lago dell’EUR Roma” avvisano che i Sakura sono attualmente in fiore e l’evento durerà per circa 3/4 giorni per poi, dopo pochi giorni, cominciare lentamente a sfiorire nei giorni a seguire (che ricordiamo essere uno dei momenti     forse più suggestivi dell’Hanami per via della neve di petali a cui si può assistere soprattutto quando    viene il vento).

L’ Hanami (“ammirare i fiori”) è la tradizionale usanza giapponese di godere della bellezza della fioritura primaverile degli alberi, in particolare di quella dei ciliegi da fiore giapponesi, i sakura (lett. “ciliegio”).    Al laghetto dell’EUR c’è l’usanza di fare un piccolo pic-nic sotto i sakura.

UN EVENTO ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE!

Per avere maggiori informazioni su questo splendido evento e sapere il significato dell’Hanami e dei     Sakura potete leggere la descrizione della pagina Facebook ufficiale  sopra indicata.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.